Si è verificato un errore nel gadget

sabato 9 febbraio 2013

Di segno in segno di Franco Massanova


Il lungo percorso artistico di Franco Massanova è caratterizzato da un gomitolo di filo rosso che lentamente si srotola e collega tutte le sue opere, quest’ultime sono parte di un dedalo che ricorda il labirinto di Cnosso a Creta. L’artista ha posseduto, sin da giovane studente dell’Accademia, il filo di Arianna per visitare il labirinto senza mai smarrirsi. Massanova non perde mai il contatto con la sua Arianna quale figura femminile, intuizione, amore e devozione che ritorna prepotente nelle ultime opere della mostra Di segno in segno, alla Galleria Immaginaria di Firenze fino al 27 novembre 2012. Il filo rosso di Arianna conserva la potenza del suo amore per Teseo e in Massanova diventa l’amore e la passione per la ricerca continua nella complessità della sua anima. In questa mostra Arianna riappare in forme astratte, morbide e rotondeggianti che sembrano paesaggi collinari; il filo rosso alle volte diventa segno spesso, nero e potente a delimitare i confini e gli spazi di una remota figura femminile Scompaginata 2009, altre volte, invece, ferisce e graffia. In alcune opere il filo rosso si estende e diventa forma soffice di colore rosa carnale e molto sensuale che la mano vorrebbe toccare per sentirne la morbidezza, la perfezione e il calore Pausa 2010. In questi ultimi lavori il filo rosso, che inizialmente era un groviglio, si è sciolto in rosa intenso e in tutte le sue gradazioni, dall’incarnato al viola, passando per il porpora, poi il giallo, il verde e il celeste Sommuovere 2010. Il filo di Arianna ha condotto Massanova nel suo labirinto interiore, esso, dispiegando il gomitolo, ha potuto conoscerne tutti gli angoli e gli anfratti, ogni via che ha percorso nei suoi quarant’anni di lavoro artistico l’ha portato a conoscere parti di se.
 
Ha attraversato zone completamente nere per poi, lentamente, ritrovare il colore; inizialmente è il rosa come risveglio della sensualità e offerta d’amore, il rosa dei fiori di ciliegio, odore di primavera e di rinnovamento, il rosa dolce dei confetti e delle tenerezze poi, finalmente, l’esplosione di tutti gli altri colori Petali 2010 - Slittamenti 2012 - Bozzolo 2012. In questa mostra le tele e le carte di Massanova possiedono la completezza dell’arrivo al centro del labirinto e la restituzione della figura femminile mai abbandonata in un insieme di forme, segno e colore, mentre il filo rosso di Arianna passa Di segno in segno cucendo parti di corpi femminili intuibili in uno spazio e in un tempo dilatato e diafano Sequenza di forme 2010.

1 commento:

  1. Ogni tuo post è un regalo che arriva nella mia email! Belli i lavori di Massanova e belli i tuoi viaggi nell'arte.

    RispondiElimina